10 cibi da non conservare in frigo

Pubblicato: 28-06-2015 : 779

Oggi vi mostreremo quali sono i 10 cibi da non conservare in frigo. La temperatura non è uguale in qualsiasi parte del frigo: tendenzialmente sulla mensola centrale è di circa 5°, nella parte bassa è di 2° e in quella più alta è di 8°. Vi consigliamo di regolare la temperatura in base alla stagione perché in estate in genere bisogna abbassarla leggermente. Un consiglio che vi diamo è quello di non riempire il frigo con troppo cibo, in questo modo l’aria non circola correttamente e quindi il cibo non si mantiene. Se alcuni cibi si possono conservare in frigo, per altri il frigo va evitato che potrebbe danneggiare il cibo stesso. Quindi è sbagliato conservare tutti gli alimenti in frigo perché alcuni perdono il gusto e le sostanze nutritive.

Le cipolle

Il freddo del frigorifero può farle diventare molli e ammuffite. Per questo le cipolle intere vanno conservate in un luogo asciutto e buio. Tuttavia se avete già aperto una cipolla, non potete riporla nella dispensa e in questo caso avvolgetela nella pellicola e mettetele in frigorifero. In questo caso non fate passare troppo tempo per consumarle. 

 

 

Le banane

Le banane sono dei frutti esotici molto dolci quando sono maturi che però tendono a macchiarsi facilmente. Sebbene in estate una bella banana fresca è l’ideale, in realtà questi frutti non vanno riposti in frigo perché il freddo le farebbe macchiare senza lasciarle maturare. Per cui tenetele in un cesto dentro casa e consumatele in pochi giorni. 

 

 

Il caffè

Molti aprono la busta del caffè e lo ripongono in frigo: errore! Il caffè in frigo tende ad assorbire tutti gli odori dei cibi. Inoltre il freddo ne altera il gusto e la consistenza. Per conservare il caffè, riponetelo in un barattolo che si chiude ermeticamente e lasciatelo nella dispensa. In questo modo tutto l’aroma della vostra miscela sarà conservato.

 

 

Il pane

E’ molto raro vedere qualcuno che conserva il pane in frigo, ma noi vi diciamo lo stesso che è un errore da evitare. Con il freddo del frigo, il pane diventa raffermo molto più velocemente. Al massimo potete congelare il pane se ne avete troppo. Se consumerete il pane nell’arco di pochi giorni ponetelo in un sacchetto di carta fuori dal frigo. Foto di M Dreibelbis

 

 

Le patate

E’ risaputo che le patate non vanno tenute in frigo: il freddo ne altera il sapore rendendole troppo dolci. Inoltre vi ricordiamo che le patate non possono stare né alla luce, perché germoglierebbero troppo velocemente, né al caldo, perché marcirebbero. Quindi conservate le vostre patate in un luogo fresco, secco e buio.

 

 

L’aglio

Altro alimento che non dovete tenere in frigo è l’aglio. L’esposizione alle temperature refrigeranti lo farebberogermogliare troppo rapidamente. In questo caso l’aglio diventerebbe ammuffito e gommoso e quindi inutilizzabile. Non spellate l’aglio e tenetelo in un contenitore non chiuso posto in un luogo fresco e asciutto.

 

 

Il basilico

Può sembrare strano che il basilico non va tenuto in frigo, invece è proprio così. Come per il caffè, anche il basilicoassorbirebbe gli odori del cibo. Inoltre tende ad appassire più velocemente perdendo il gusto e la freschezza. Tenete il basilico in una tazza d’acqua fresca oppure sbollentatelo e congelatelo se deve essere conservato a lungo. 

 

 

L’olio d’oliva

Altra regola importante è quella di non mettere l’olio d’oliva in frigorifero. Il freddo potrebbe far rapprendere l’olio e ne altererebbe tutto il sapore e la sua consistenza omogenea. Infatti, proprio per questo motivo, anche i cibi sott’olio non si conservano in frigo. La regola d’oro per conservare l’olio è tenerlo in un luogo secco e buio

 

 

Il miele

Sebbene il miele sia un alimento a lunga conservazione, esistono alcune condizioni che possono modificare consistenza, gusto e aspetto. Il miele va tenuto lontano dall’umidità e freddo del frigo che ne determinerebbero lacristallizzazione. Inoltre non va esposto alla luce e al calore. Conservate il miele nel suo barattolo nelle vostre dispense.

 

 

L’avocado

Come le banane, anche l’avocado è un frutto esotico che, abituato ai climi tropicali, matura in un luogo caldo. Per queste ragioni se avete acquistato un avocado quasi maturo o che desiderate consumare a breve non riponetelo in frigo. Se invece non dovete consumarlo subito allora potete lasciarlo in frigo. Per farlo maturare poi lo toglierete. 

[http://ricette.pourfemme.it/]


Leggi le altre notizie

<< Succhi di frutta fatti in casa: 10 ricette sane e naturali

>> Frutta e verdura di luglio: cosa mettere nel carrello



Stampa/Esporta/Condividi
  
chiudi [x]